Le calorie di un calice di vino

Molto spesso, quando iniziamo una dieta dimagrante, capita che tra le prime negazioni che ci vengono imposte ci siano i prodotti alcolici. In effetti l’uva è un frutto ad alta concentrazione zuccherina ed è proprio la fermentazione degli zuccheri a restituirci l’alcol. Proprio per questo motivo le calorie sono strettamente legate al valore alcolico di quanto si beve.

Inutile stare qui a spiegare nel dettaglio quali siano i calcoli (non molti) da effettuare per conoscere il contenuto calorico di un calice di vino. Quello che importa sapere è che le calorie ci sono, e non sono poche (ma nemmeno troppe!). Ma vediamo meglio nel dettaglio.

Ovviamente ci aspettiamo un contenuto calorico molto alto nei cosiddetti vini dolci. Anche considerando un valore alcolico molto basso (per il Moscato parliamo di circa 5-5,5%) possiamo arrivare a sommare per 70-75 calorie (calcolo approssimativo su circa 100 ml di vino, dose decisamente generosa). Un valore preoccupante, se ragioniamo in termini di calorie totali imposte da molte diete piuttosto rigide.

In effetti la scelta migliore potrebbe essere quella di un vino secco, perché al termine del processo di vinificazione la quantità di zuccheri residua è decisamente bassa, tra i 2 e i 3 g/l. L’apporto calorico è molto basso. Tutti a bere Barbera d’Asti, quindi, senza rischiare di rovinare la linea!

Ma attenzione, perché se mediamente un calice di vino vi garantisce dalle 80 alle 200 calorie, in alcuni casi,  ci sono vini dolci che possono arrivare anche a doppiare queste cifre. Riportare troppi dati sarebbe poco significativo, ma sappiate che molti dei vini che solitamente beviamo ogni giorno (Barolo, Montepulciano d’Abruzzo, Lambrusco tra i rossi o Gewürztraminer, Pinot Grigio tra i bianchi) non arrivano a 100 kilo-calorie. Una cifra che, presa da sola, non è impressionante. Sono altre le bevande a cui dobbiamo fare attenzione, con un contenuto calorico molto più alto e dannoso per i nostri buoni propositi. Continuate pure a bere il vostro vino preferito, quindi, facendo magati maggiore attenzione con birra, whisky e superalcolici vari, bevande gassate e a forte contenuto zuccherino (Coca cola ecc.).

Alla fin fine, qualche caloria ingerita con gusto non ha mai ucciso nessuno. Buon vino a tutti, quindi.

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *